Inazuma Eleven 2 - La recensione PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefania Zumbo   
Martedì 03 Aprile 2012 06:35

Genere:  GDR-Sportivo
Sviluppatore: Level-5
Distributore: Nintendo
Piattaforma: Nintendo Ds
Lingua: Italiano

iz1

 

INTRODUZIONE


Sono passati pochissimi mesi, da quando abbiamo iniziato a parlare di Inazuma Eleven, gioco di ruolo calcistico svliluppato daLevel-5. Da quel momento i ragazzi del team di localizzazione hanno impiegato davvero poco tempo per tradurre e rendere disponibile il seguito di questo gioco nel territorio europeo uscito subito dopo il primo in territorio Nipponico, e nonostante la lunga attesa, possiamo consolarci col fatto che questo sequel è molto più lungo rispetto al suo predecessore.



iz4

 

STORIA E PERSONAGGI

Ambientato cronologicamente appena una settimana dopo gli eventi del primocapitolo, Inazuma Eleven 2 vede Marco e il resto della Eleven Raimon riuniti di nuovo per riprendere gli allenamenti. Le cose però non vanno per il verso giusto, perché durante l’incontro per pianificare l’allenamento, si sente un forteboato all’interno della scuola. Questa esplosione è stata causata da alcuni alieni dell’interplanetario Academy Alius, che desiderano utilizzare la disciplina sportiva del calcio per distruggere il mondo. Toccherà quindi a Eleven Raimon battere Alius, conl’ausilio della passione che accomuna entrambi. Prima di questo però, dovranno andare in giro per tutto il Giappone in cerca di nuovi talenti da arruolare nella loro squadra, in modo da battere così la fazione aliena.

iz3

 

GAMEPLAY

Coloro che hanno avuto modo di giocare al primo Inazuma Eleven proveranno un senso di felicità, ma allo stesso tempo di delusione, in base ai gusti ovviamente, per via del gameplay simile all’originale. Ovviamente si tratta di una storia completamente nuova, con nuovi luoghi, personaggi e mosse speciali, ma tutto il resto, compreso il sistema calcistico, rimane prevalentemente invariato. In poche parole è come se ci trovassimo di fronte al gioco originale, con una trama però che dura dalle 30/40 ore. Coloro che entrano invece per la prima volta a contatto con l’universo di Inazuma Eleven, possono riscoprire in questo titolo un nuovo modo di giocare a calcio, basato su sistema in cui bisogna utilizzare lo stilo della console, per passare la palla e spostare i giocatori sullo schermo. All’inizio ci vorrà un po’ per entrare nell’ottica del gioco, e acquisire padronanza dei sistemi di controllo, e sarà del tutto normale se all’inizio ci si sentirà un po’ frustrati. Questa sgradevole sensazione però, passerà subito non appena verranno superate le prime fasi di gioco, e di conseguenza verrà molto più facile negli incontri pianificare le tattiche in maniera tempestiva.
Ciò che distingue Inazuma Eleven 2 dal suo predecessore, è la scelta che Level 5 ha scelto di intraprendere, imboccando la strada presa negli ultimi episodi della saga per Nintendo DS, ossia rilasciando il gioco in due edizioni separate: Tempesta di fuoco e Bufera di neve. Proprio come nel caso dei Pokemon, le differenze tra le due versioni sono minime, con solo lievi differenze nella storia, infatti Mark starà vicino ad una ragazza diversa in base alla versione con cui si gioca. Anche in questo sequel troveremo i pregi e i difetti legati al gameplay del primo capitolo, ovvero una lieve difficoltà nel controllare il personaggio e un disagio iniziale nel prendere padronanza con i comandi e nello stabilire le tattiche che verranno usate in campo. Non vi sono comunque grossi disagi, anche perché il primo capitolo è stato eccellente. C’è da dire però che gli sviluppatori hanno ideato Inazuma Eleven 2 maggiormente per i giocatori che hanno giocato al primo capitolo, e che quindi conoscono già le dinamiche di gioco e i personaggi. Per coloro che invece non hanno mai giocato al capitolo precedente della serie, verrà un po’difficile apprendere le varie nozioni di gioco, non avendo una base. In questo caso, se vi è proprio difficile prendere familiarità con questo sequel, vi consigliamo di procurarvi una copia del primo capitolo.

 

iz5

 

GRAFICA E SONORO


Graficamente il DS non viene spinto ai suoi limiti tecnici, ma quello svolto dai Level-5 resta comunque un buon lavoro. Manca un po’ di carattere, ma le ambientazioni sono dense di dettagli, e anche il sonoro è decisamente buono, anche grazie all’ottimo doppiaggio in Italiano.

 

iz6

 

COMMENTO FINALE


Come abbiamo detto prima, Inazuma Eleven 2 è molto simile al suo predecessore, ma non per questo significa che sia un difetto. Gli amanti del genere RPG calcistico, potranno ritrovare gli elementi che gli hanno fatti appassionare nel primo capitolo, e inoltre c’è da lodare questa nuova decisione coraggiosa intrapresa da Level-5, avvicinandosi allo stile di storia che abbiamo visto nelle versioni Bianca e nera dei Pokemon per Nintendo DS.

 

PRO

Gioco più lungo rispetto al primo capitolo
Nuovo stile simile a quello visto in Pokemon Bianco e Nero su Nintendo DS
Molto simile al suo predecessore

CONTRO

Molto simile al suo predecessore

VOTO FINALE: 8.0