Intervista a Gian Maria Forni

  Buongiorno cari lettori di The Overclock Hole! Siamo oggi lieti di presentarvi la nostra ...

SSD a tutta birra su M.2 da Plextor!

  Bentornati ragazzi di The Overclock Hole! Oggi abbiamo il piacere di analizzare assieme a voi u...

Silverstone AR06: low profile, high performance

  Bentornati ragazzi di The Overclock Hole a questo nuovo appuntamento con la tecnologia! O...

Antec Earthwatts Platinum 650W: la massima efficienza per tutte le tasche!

    Lo sviluppo degli alimentatori ha subito un forte scossone negli ultimi 7-8 anni con una for...

MSI 290X LIGHTNING: un chip portato al massimo delle capacità!

  State pensando a qualcosa di fantastico? No, no! Non vi stiamo parlando dell'otto cilindri...

Antec P100: un case silenzioso e raffinato davvero interessante!

  Bentornati lettori di TOH. Oggi siamo lieti di presentarvi un fantastico case della rinnomata c...

Gigabyte Z97X-Gaming 5, sostanza e qualità

    Con l'avvento del nuovo chipset Intel Z97, le case produttrici hanno proposto i loro modelli b...

MSI Z97 Gaming 5 , il dragone e per tutti

  Dopo aver recensito la superba MSI Z97 Gaming 7 , e arrivata il redazione la sorella Gaming 5. ...

Intel 4790K una cpu da overcloccare!

  Il mercato dei processori desktop sembra essere in stallo da parecchio tempo sia a causa della ...

Kingston 10600 CL9: una questione di chip!

  Ben ritrovati amici lettori di The Overclock Hole con un nuovo appuntamento con la tecnologia. ...

Pure Evoke D4: suono di qualità digitale

  Evoke è il prodotto di cui vi parleremo oggi nelle pagine che seguono. E' un prodotto un pò dif...

Design e prestazioni impressionanti con le Avexir Blitz Series 1.1

  Nel mondo dell'informatica non è rado incappare in prodotti buoni e performanti, ma la cui comm...

Roccat Kova[+] - Un luminoso mouse da gamer PDF Stampa E-mail
Lunedì 23 Aprile 2012 11:00
Indice
Roccat Kova[+] - Un luminoso mouse da gamer
Confezione e bundle
Foto
Sistema di test e Specifiche tecniche
Software e Impressioni d'uso
Conclusioni
Tutte le pagine

ROCCAT KOVA intro

Abbiamo già incontrato Roccat sulle nostre pagine, con la recensione della tastiera compatta "Arvo" (link :http://www.the-overclock-hole.it/recensioni/2139-roccat-arvo-tastiera-gaming-ultracompatta.html ).

 

Brevemente Roccat è una azienda con sede in Germania specializzata in accessori e periferiche per giocatori. Grazie a Kingoverclock, oggi andremo ad analizzare il mouse Kova[+]. Buona lettura!


La scatola è basata naturalmente su una grafica molto simile a quella della Arvo e si vede in bella mostra il Kova nel suo blister. Subito vediamo le principali feature del mouse (come i 3200 dpi del sensore).

packfront

 

Come si nota la seconda foto qui sotto non è proprio uguale alle altre.. (ehm) abbiamo scoperto poi che si poteva aprire la cover frontale come fosse la copertina di un libro:

packside1packfrontopen

 

La pagina interna riporta alcuni esempi dell'uso della funzione Easyshift ed alcune combinazioni di tasti preimpostati.

 

Il retro della confezione invece mostra una foto molto scenica del mouse (quasi come se fosse un caccia che esce da un tubo di lancio della “Galactica” di Battlestar), con informazioni in varie lingue (niente Italiano tanto per cambiare..) e altre feature e specifiche tecniche.

packrear2

 

Infine il lato riporta ulteriori foto del mouse mettendo l'enfasi sulla colorazione dei led personalizzabile a piacimento:

packside2

 

Apriamo la confezione e ed oltre al mouse troviamo un sacchetto di plastica semi-rigido, che contiene a sua volta un cartoncino nero con cd driver, libretto di istruzioni e una gamer card con un seriale unico per registrarsi sul sito Roccat.

packinsidebundle


Passiamo ora alle foto del mouse; la linea è molto filante e la forma è assolutamente simmetrica, il che farà contenti soprattutto gli utenti mancini. Il cavo USB non è sleeved, in compenso è molto lungo e relativamente morbido.

mouse3-4mousefront

 

Notare la grossa rotellina di scrolling nera; non ha però la funzione tilt (non si può spostarla sull'asse x).

mousefront3-4mousesidemousesiderotate

 

L'impugnatura e tutto il mouse sono ricoperti da una plastica con finitura "gommosa", il che offre un ottimo grip e vi anticipiamo non da particolari problemi con la sudorazione; la parte del click destro ha un bassorilievo con il marchio Roccat (non dà fastidio ne si sente sotto la mano).

Come vediamo ci sono due pulsanti extra nella zona del pollice e altrettanti posti simmetricamente dall'altro lato. Uno di essi è l'Easyshift[+], che in pratica aggiunge un layer una volta tenuto premuto cambiando le funzioni di tutti i rimanenti tasti del mouse.

 

Un dettaglio del plug USB dalla forma ricercata e uguale a quello che avevamo visto sulla Roccat Arvo:

plug

 

Passiamo ora ai piedini, che sono molto larghi ed offrono una buona base d'appoggio; il sensore ottico da 3200dpi fa capolino in entrambe le foto:

mouseundermousefeetmousefeetrear

 

Ora passiamo alla funzionalità; ci sono dei led, uno agli angoli di ciascuno dei due pulsanti principali ed altrettanti simmetrici nella parte posteriore bassa. Di default il mouse svolge un ciclo tra vari colori (sette per la precisione) con una funzione definita "breathing" cioè respiro. Ad ogni respiro il colore cambia, qui sotto ne vediamo alcuni con luce naturale:

color1color1acolor2color2acolor3color4color5

 

E l'effetto al buio di alcuni dei colori, tutto decisamente accattivante:

darkeffect1darkeffect2darkeffect3darkeffect4darkeffect5darkeffect6

 


Abbiamo testato il mouse sul nostro solito sistema, sia con la motherboard usata precedentemente sia con la nuova Z77A-GD65.

  • Intel Core i5 2500k
  • MSI P67A-GD55 ed MSI Z77A-GD65
  • 2x2Gb DDR3 1600 Ripjawsc7 (p55)
  • OCZ Petrol 128Gb (OS)
  • WD Caviar Black 640Gb (Dati)
  • LC-Power Ozeanos 650w LC-8650 v2.2
  • Corsair Carbide 500R

 

Naturalmente ci siamo "sacrificati" a giocare oltre che usare il mouse anche per scopi "office" per svariati giorni. Abbiamo giocato principalmente a Battlefield 3 e Batman Arkham City, con ottimi risultati.

 

Abbiamo usato il mouse sia su una scrivania senza alcun pad sia con un Thermaltake Dasher. La scorrevolezza e la precisione sono rimaste più che ottime in entrambi i casi.

 

Ecco le specifiche tecniche e le features:

 

MAXIMUM PRECISION PRO-OPTIC GAMING SENSOR
can be configured at 400, 800, 1600 or 3200dpi

  • EASY-SHIFT[+]™ BUTTON DUPLICATOR
    assign two function to the buttons for 8 additional functions

  • ERGONOMIC V-SHAPE
    for left or right-handers

  • ROCCAT™ DRIVER + MACRO MANAGER
    including predefined Macro Presets for games, multimedia + office apps

  • SOFT-TOUCH COATING
    for comfort + confident control

  • ROCCAT™ GRIPTECH SIDE AREAS
    with non-slip stabilization zones

  • RUBBERIZED MOUSE WHEEL
    for optimum grip + comfort

  • CUSTOMIZABLE LIGHT SYSTEM
    choose your own favorite custom color

  • SOUND FEEDBACK
    profile, dpi and sensitivity changes are read aloud

  • 7 (+2) MOUSE BUTTONS
    preset with the most important main functions

 

Technical Specifications:

  • 3200dpi optical gaming sensor

  • 130 inches per second maximum speed

  • 30Gs of acceleration

  • 1000Hz polling rate

  • 16-bit Data Channel

  • 2m USB cable

 

Additional Info:


Dimensions
Max. width 12cm x approx. 6.5cm max. length

Weight
Approx. 90g (excl. cable)

System requirements
Windows® XP/Windows Vista® 32/64-bit/Windows® 7 32/64-bit
USB 2.0 port
Internet connection for driver installation

In the package
ROCCAT™ Kova[+]
- Max Performance Gaming Mouse
ROCCAT™ ID Card
Quick Install Guide


Instructions in EN, DE, FR, ES, PL, RU, TR, DK, FI, SE

Product code: ROC-11-520


Partiamo subito dall'ergonomia; a nostro modo di vedere è buona, normalmente usiamo un Logitech G9, che è l'opposto di come serve impugnare il Kova[+] ma ci siamo trovati comunque molto bene. La superficie offre un notevole grip, i click danno un ottimo feedback così come il click della rotella, che data la larghezza diventa davvero facile da usare come terzo pulsante, ha una corsa molto breve e non tende a ruotare quando premuta.

 

Sempre per la rotella di scroll invece segnaliamo come la sua gommosità non la renda una meraviglia soprattutto quando dovete navigare in internet o scorrere le pagine di un documento; lo scroll è "costretto", la rotella ruota con molta precisione ma non in maniera fluida. Tutto ciò nei giochi però si traduce in un "plus", in quanto non andremo a scorrere oltre il necessario la rotella per cambiare arma o item, risultando quindi molto precisa da usare.

 

Per quel che riguarda i pulsanti laterali, quelli a portata di pollice si rivelano molto utili, salvo che quelli dalla parte opposta.. beh sono sostanzialmente inutili e sarebbe meglio che ve li dimenticaste, dato che con mignolo od anulare andrete continuamente a cliccarli o comunque a sfiorarli ed è dunque meglio lasciarli “sprogrammati” per non evitare comandi indesiderati.

 

Sempre per quel che riguarda i "thumbclick", bisogna cambiare un po' l'impostazione mentale del loro uso. Personalmente, abituato al G9, il mouse4 (quello più avanzato) viene assegnato per mandare avanti la pagina del browser e l'altro (mouse5) per tornare a quella precedente. Nel Kova[+], il mouse 5 è pre-programmato come "Easyshift[+]".

button1

 

Se premuto, in pratica va completamente a cambiare la funzionalità di tutti gli altri tasti compresi click e rotella. Ad esempio con le impostazioni di default premendo Easyshift, il click sx diventa "indietro" nel browser ed il click dx "avanti". Premere la rotella (mouse3) toglie l'audio di Windows, mentre scorrere su o giù la rotella va ad aumentare o diminuire il volume.

 

Lo stesso dicasi coi giochi e qui arriviamo ad un primo limite: è necessario (o comunque consigliabile) crearsi un profilo dedicato ad ogni gioco per meglio sfruttare i tasti extra offerti da questa funzionalità ed entrare nell'ordine di idee necessarie ad usarla al meglio.

Al tempo stesso però vediamo un limite intrinseco nell'uso del mouse: non ci sono tasti dedicati al cambio rapido dei DPI del sensore ottico, come sul G9 o su molti altri mouse da gamer.

 

Per i test abbiamo scelto di utilizzare la funzione Easyshift e sfruttare lo scorrimento della rotella di scroll per aumentare (scroll vs l'indietro) o diminuire (scroll in avanti) i DPI del sensore. Anche qui però c'è un limite: il sensore va a 400/800/1600 e 3200. Eseguendo lo scorrimento come abbiamo scelto noi, non si può fare atro che passare da uno stato all'altro senza poter balzare direttamente da 1600 a 400; bisogna per forza passare prima dagli 800 dpi.

dpi1

 

Durante i test abbiamo sinceramente disabilitato i 3200 dpi e scelto di rimanere con 400/800/1600, più che sufficienti a svolgere sniping in Battlefield 3 e riducendo quindi il numero di passaggi per richiamare i DPI adatti ad ogni situazione.

 

Notare come ad ogni cambio di DPI un "tizio" molto inglese e molto tronfio di sè esclami "four hundred thousands DPI/eight hundred thousands DPI" ecc ad ogni singolo cambio di sensibilità. Questo ahimè è però l'unico feedback che possiamo avere per sapere in quale modalità stia il mouse in un dato momento; ci sarebbe piaciuto poter assegnare un colore di luminosità ad ogni valore di DPI ma ciò non è possibile e quindi non resta altro che la pomposa voce inglese per capire (e ricordarsi) a che fattore di risoluzione del sensore stiamo lavorando. Il suono comunque si può disabilitare nel caso dia fastidio.

 

Passando al software è identico a quello della Roccat Arvo; ci sono vari profili tra i quali scegliere in basso (per richiamarli ed applicarli velocemente), si possono anche fare "sentire" al software i profili da usare o quelli personalizzati se leghiamo gli eseguibili di un gioco nella apposita finestra Create/Edit profile dove come per la Arvo, possiamo inserire ben 3 path diverse per i file da usare (pensiamo a Call of Duty che ha eseguibili diversi per single e multiplayer)

profiles

 

La prima pagina del software (main control) permette di abilitare o disabilitare i vari switch per dpi (a dx), la velocità del puntatore, quella del doppio click, la sensibilità di scroll, tilt e del puntatore, nonchè di resettare il driver ai setting di fabbrica.

dpi2

 

La finestra "Button Assignment" permette di assegnare le varie funzioni ai tasti; è tutto molto semplice ed intuitivo, ed identico alla Arvo. Notare che con un click si può eseguire il mirroring dei tasti per chi usa il mouse con la sinistra. Fate anche caso come i tasti 6 e 7 siano disabilitati di default, proprio per il problema che segnalavamo di ovviare comandi indesiderati con mignolo e/o anulare (è già così di default).

button1

 

Naturalmente non mancano Macro preimpostate per vari giochi

macrosmacro1

 

Così come possiamo crearne a piacimento (qui abbiamo ricreato una funzione di doubleclick, ma.. beh era già tra quelle preimpostate!); come per la Arvo si possono anche editare i tempi ed i ritardi per la pressione dei tasti registrati per la composizione della macro.

 

Infine la pagina "pimp my mouse": "Advanced Control" ci dà modo di cambiare il polling rate dell'usb da 1000hz fino a scendere, se vogliamo o meno eliminare (o abbassarne la voce) il pomposo tizio inglese che ci avverte dei cambi tra i profili/sensibilità/dpi e scegliere se spegnere l'illuminazione dei led o personalizzare il mouse lasciando un colore fisso tra i 7 disponibili.

advanced

 

Oppure ancora possiamo cambiare come funziona l'effetto "respiro", ad esempio se cambiare colore dopo 1 solo respiro, dopo due o dopo 3 consecutivi con lo stesso colore.

L'effetto, vi garantiamo che è inutile quanto meravigliosamente coreografico, specialmente di notte.. come abbiamo visto dalle foto pubblicate in precedenza.

 

Un po' di giallo: Avast non ne voleva sapere di installare il software Roccat e lo prendeva come un malware.. naturalmente un falso positivo.

malwaresoft

 

Concludiamo segnalando che il software occupa neanche 2 mb di ram di sistema, ma che come per la Arvo, il mouse non è dotato di memoria interna, quindi è necessario caricare i profili e le impostazioni del software su una pendrive USB e portarle con noi assieme al mouse per usarli su altri PC.


Roccat Kova[+] si trova nei negozi tra i 40 ed i 50€. Considerata la fascia di prezzo, si pone come alternativa relativamente economica a mouse da gaming ben più personalizzabili, ma al tempo stesso anche molto, molto più costosi e quindi adatto a coloro che vogliono migliorare le proprie performance nei giochi senza spendere un capitale.

 

L'ergonomia del mouse è chiaramente pensata anche per l'utenza sinistrorsa. In tal caso la simmetria dei tasti laterali è giustificata, ma rimane il rammarico per la sostanziale inutilità di quelli opposti al pollice in uso, che è meglio lasciare disabilitati, pena il rischio di attivarli inavvertitamente.

 

La grip, la precisione e la scorrevolezza dei piedini sono degni di mouse di fascia superiore e dopo tante ore di uso non abbiamo mai sentito affaticamento al polso od alla mano; stesso vale per il materiale gommoso che ricopre la superficie: lascia traspirare comunque la pelle e non dà alcun fastidio anche con la sudorazione del palmo.

 

A nostro modo di vedere è un ottimo prodotto, venduto ad un prezzo adeguato; rimane il rammarico per la scelta di lasciare all'acquirente l'onere di scegliere come impostare il mouse per il cambio dei DPI e il fatto che uno dei due tasti del pollice è difatto usabile solo ed esclusivamente per accedere alla funzione Easyshift.

Di contro abbiamo apprezzato tantissimo la rocciosità della rotella centrale come terzo click e lo scroll che è molto preciso: è eccellente su questo fronte, un po' meno nel browsing di pagine internet o di documenti, dove lo scroll è forse fin troppo duro.

 

Il software è ottimo, ma lascia spazio a miglioramenti che ci dispiace non siano stati "pensati" dai tecnici Roccat, quali la possibilità di appioppare un feedback luminoso al cambio di sensibilità o dei DPI e francamente doversi affidare ad un pomposo speaker inglese per capire a che livello di precisione stessimo giocando.. non è proprio il massimo.

 

In generale comunque consigliamo il Roccat Kova[+], ma se siete giocatori esigenti e potete spendere un po' di più si trovano già alternative molto più personalizzabili, anche se senza chincaglierie di sicuro effetto quali i led che ci sono piaciuti.

 

Una cosa è certa: di sicuro Kova[+] farà la felicità dell'utenza mancina, che apprezzerà la simmetria e la programmabilità dei pulsanti totale.

 

Pro

  • preciso, comodo e scorrevole

  • molto belli i led, sia usando il mouse con luminosità fissa che con l'effetto "respiro"

  • software e programmabilità dei tasti semplice e veloce

  • software estremamente leggero a livello di risorse di sistema

  • rotellina centrale usabile con ampia soddisfazione nel gaming sia come click che come scroll..

 

Contro

  • ..ma non altrettanto efficacemente nell'uso "ufficio"

  • il software risiede solo nella ram e non nel mouse: bisogna salvarsi i profili per poterli usare su altri pc

  • un po' di difetti nella gestione del cambio DPI, come l'assenza di feedback luminosi (rimane l'audio..) o tasti dedicati al cambio

 

Roccat Kova[+] merita un 8,5 ed il nostro Best Choice Award.

best choice

 


Ringraziamo KingOverclock per il sample fornitoci, che ha reso possibile questa recensione!

KOC yt

 

Recensore: Lorenzo Pasini

 

Discuti nel forum--->