Intel 4790K una cpu da overcloccare!

  Il mercato dei processori desktop sembra essere in stallo da parecchio tempo sia a causa della ...

Kingston 10600 CL9: una questione di chip!

  Ben ritrovati amici lettori di The Overclock Hole con un nuovo appuntamento con la tecnologia. ...

MSI Z97 Gaming 5 , il dragone e per tutti

  Dopo aver recensito la superba MSI Z97 Gaming 7 , e arrivata il redazione la sorella Gamin...

Pure Evoke D4: suono di qualità digitale

  Evoke è il prodotto di cui vi parleremo oggi nelle pagine che seguono. E' un prodotto un pò dif...

Design e prestazioni impressionanti con le Avexir Blitz Series 1.1

  Nel mondo dell'informatica non è rado incappare in prodotti buoni e performanti, ma la cui comm...

280X Toxic: Thaiti al TOP in casa Sapphire

  Sapphire ha alzato di molto l'asticella qualitativa per le sue schede video di fascia media - m...

La vera anima del dragone in una scheda: MSI Z97 GAMING 7

  Nell'ultimo anno MSI ha imparato a stupirci attraverso una vasta gamma di prodotti di elev...

ANTEC ISK 600

  Cari lettori dopo la recensione del mini ITX Silverstone: il SG08 Lite un mini ITX dalle n...

Arctic Accelero Twin Turbo III

    Arctic ha creato letteralmente un mercato nuovo, quello dei dissipatori aftermarke...

AOC A2472PW4T/BK: il tablet domestico

  AOC ci ha recentemente inviato un prodotto molto particolare che vi illustreremo nelle pro...

QNAP HS-210 Eleganza Passiva

  QNAP e da sempre sinonimo di NAS con una qualità di costruzione e progettazione esemplare, in q...

Noctua NH-D15 il top di gamma di Noctua esce allo scoperto

  Quando un design risulta vincente perché accantonarlo? Basandosi su questa riflessione la ...

OCZ Fatal1ty 1000w - Psu per giocatori PDF Stampa E-mail
Lunedì 14 Maggio 2012 21:50
Indice
OCZ Fatal1ty 1000w - Psu per giocatori
Confezione ed Esterno
Cavi e connessioni
Interno
Test
Conclusioni
Tutte le pagine

ocz fatal1ty intro1

Sulle nostre pagine ultimamente OCZTechnology è comparsa parecchie volte, ma questa volta non parliamo della sua produzione principe, cioè gli SSD, ma di un alimentatore: quest'oggi vi proponiamo un articolo sul recente OCZ Fatal1ty 1000w, una PSU molto potente che vanta una certificazione 80 Plus Gold. Buona lettura!


Confezione ed Esterno

La scatola esterna è ricoperta da una pellicola plastificata; la psu viene presentata con uno sfondo nero ed una fascia rossa come l'illuminazione a led della ventola di raffreddamento, il tutto con "l'ombra" di Fatal1ty (pro-gamer a cui si deve il nome del prodotto) a lato. Notiamo subito la certificazione 80 Plus Gold, la garanzia di 5 anni ed una feature della quale parleremo più avanti, cioè che i cavi sono sleevati uno ad uno (ed è pensiamo la prima psu di serie con questa caratteristica).

IMG 1172

Il lato della confezione riporta la tipologia ed il numero di cavi che troveremo all'interno e che vedremo più in dettaglio in seguito.

IMG 1173

Il retro riporta alcune delle feature principali (come la silenziosità della ventola, i 5 anni di garanzia ed altro) nonchè i dati di targa.

IMG 1174

Una volta aperta la scatola la prima cosa che ci troviamo dinanzi è il manuale di istruzioni; intravediamo sotto la PSU (a sinistra) ben protetta da due valve di schiuma poliuretanica ed una borsa di tela a destra.

IMG 1120

Togliamo la valva superiore e l'alimentatore è ulteriormente ed elegantemente ben inserito all'interno di una sacca di cotone bianco con ancora il marchio Fatal1ty; a destra vediamo parte dei cavi non modulari.

IMG 1121 

L'unità all'esterno presenta una finitura con effetto granuloso; il lato che rimane in vista ha una grafica piuttosto appariscente e di bell'impatto, che troviamo replicata (capovolta) anche sull'altro lato del prodotto; il che significa che potremo apprezzare la grafica sia nel caso montassimo la psu con la ventola in basso, sia con la ventola al contrario:

  IMG 1127

 

La parte frontale mostra il numero di connessioni modulari che potremo andare a combinare liberamente, con i connettori femmina rossi;

IMG 1124 IMG 1123

La parte posteriore è traforata a nido d'ape con il classico interruttore on/off.

IMG 1122

La parte inferiore ha una classica griglia circolare, attraverso la quale fa capolino la ventola da 140mm preposta al raffreddamento della componentistica, che vedremo ovviamente più in dettaglio nelle foto che riguardano l'interno dell'unità.

IMG 1125

Le etichette sulla confezione mostrano la notevole prestanza che è in grado di erogare la PSU, che ha un singolo rail da 12v che arriva fino ad 83 Ampere per un totale di 996 watt, praticamente il 100% del totale dichiarato. 3,3 e 5v arrivano ai classici 150w. Il resto della voluminosa etichetta mostra le varie certificazioni ottenute dal prodotto.

IMG 1128 

Infine i cavi; l'unità è semi-modulare. Troviamo il connettore 24 pin ed EPS 8pin per la CPU, oltre a due PCI-Express 6+2. Avremmo forse preferito avere la psu integralmente modulare ma la scelta è condivisibile, chi compra un 1000w è naturale che al minimo andrà ad usare tutti questi connettori!

IMG 1129

Notare la sleevatura di ogni singolo cavo (con tanto di guaina termo restringente vicino ai connettori), che da un effetto del tutto particolare e che è in voga da tempo presso i modder più incalliti. L'effetto finale è atipico per chi è abituato alle PSU classiche, ma è apprezzabile; se la copertura fosse stata rossa anzichè nera avrebbe avuto un notevole effetto "muscolare" che però così si perde. Una delle cose utili di una scelta simile ad esempio è il fatto che potremo letteralmente "separare" i due pin extra di un connettore PCI-Express 6+2; poniamo di avere una GPU con solo connettori a 6 pin, volendo potremo separare i due pin extra e lasciarli nascosti alla vista in quanto inutili!






Il resto del bundle comprende una sacca contenente tutti i cavi modulari, un cavo di alimentazione con presa americana con messa a terra ed un sacchettino contenente una decina di fascette e le classiche quattro viti per montare l'alimentatore sul nostro case.

IMG 1175


Cavi e connessioni

IMG 1176 IMG 1177

Oltre ai già citati cavi non modulari (24 Pin, EPS 8 pin ed una coppia di PCI-Express 6+2 pin) troviamo:

1x EPS 8pin (CPU)

2x adattatori molex--->floppy

4x PCI-Express 6+2pin

3x Cavi per periferiche (SATA - 4 connessioni per cavo)

2x Cavi per periferiche (Molex - 4 connessioni per cavo)


I cavi sono molto lunghi e come già detto sono individualmente sleevati; l'effetto che si ottiene può piacere come può non piacere, ma è di sicuro una novità rispetto all'attuale mercato e pensiamo farà tendenza. Gli stessi risultano anche molto morbidi e quindi si possono piegare molto più facilmente che quelli interamente avvolti da un'unica guaina; in vari punti spesso troviamo delle fascette elettriche per far si che i singoli cavi non si aprano a ventaglio, nel caso volessimo separare dei cavi (ad esempio nel caso dei pci-express) è naturalmente necessario tagliarle.



Interno

OCZ 1000W 31

Iniziamo con l'analisi dell'interno dell'alimentatore!

OCZ 1000W 2 OCZ 1000W 6

Aperto troviamo una struttura ordinata con PCB rosso sormontato da heatsink neri di buono spessore.

La fase di filtraggio inizia dalla presa di corrente. Qui troviamo 2y-caps e un x-cap a costituire,assieme ad una resistenza un triplo circuito RC di filtraggio. La messa e terra, come visibile è fissata al cabinet dell'alimentatore (cavo verde e giallo). A fianco è presente l'interrutore di accensione e spegnimento. Solo uno dei due cavi è connesso direttamente all'ingresso della corrente.

OCZ 1000W 3 OCZ 1000W 5

Sul circuito stampato continua il filtro EMI. E' presente un MOV (varistor), due condensatori Y-cap, una bobina con nucleo in ferrite e un X-cap. E' presente anche un fusibile.

OCZ 1000W 7

Accanto al doppio raddrizzatore a  ponte di Graetz, raffreddato da un dissipatore a "L" alettato,  troviamo una grossa bobina in ferrite e un secondo varistore coperto da guaina termoretraibile.

OCZ 1000W 8

I condensatori principali sono due Nippon Chemi-Con da 390μF, 400V e 105°C posti in parallelo per un totale di 780 μF.

OCZ 1000W 19

Proseguendo troviamo un termistore (verde) affiancato da un relè che si occupano della protezione dalla sovracorrente nella fase di avvio.

OCZ 1000W 9

Su una piccola daughterboard troviamo il circuito PFC, costituito da un chip CM6802.

OCZ 1000W 12 

Troviamo poi il trasformatore principale, affiancato dal trasformatore pilota.

OCZ 1000W 11

Accanto al trasformatore principale, fissati ad un dissipatore di calore, troviamo 7 regolatori di tensione marchiati Infineon che si occupano della linea 12V (Infineon 037N08N).

OCZ 1000W 14 - Copia OCZ 1000W 15

Sul retro, connesso al dissipatore, troviamo il sensore della temperatura, tramite le cui rilevazioni verrà regolata la velocità della ventola.

 

Attaccato al trasformatore pilota vi è il convertitore per la 5V standby (MBR2045CT)

 

OCZ 1000W 26

Come già visto sul Seasonic (di cui avrete notato la linea costruttiva) i VRM delle linee da 3.3 e 5V sono situati direttamente sulla  daughterboard sulla quale son fissati i connettori dei cavi modulari. Questo sistema consente di ridurre le cadute di tensione e l'impedenza, migliorando contemporaneamente stabilità, efficienza ed il raffreddamento globale dell'unità.

OCZ 1000W 17

Si può notare qualche graffio sui condensatori di dimensioni maggiori. Apprezzato l'uso diffuso di condensatori di tipo giapponese allo scopo di rafforzare la stabilità operativa del prodotto OCZ.

Passiamo ora al lato inferiore del circuito stampato:

OCZ 1000W 20

Il lato saldature è ordinato, ed è numerosa la circuiteria sourface mount ma non è presente traforatura isolante tra la parte di circuto a bassa tensione e quella ad alta tensione. Le saldature sono in parte ripassate allo scopo di ridurre le resistenze, anche se questo lavoro poteva esser fatto in maniera più invasiva.

OCZ 1000W 21 OCZ 1000W 22

OCZ 1000W 23

Son inoltre presenti alcune sbavature e residui di pasta antiossidante.

La ventola utilizzata è la seguente:

OCZ 1000W 28 OCZ 1000W 29

Prodotta da Hong Hua (e non ONG HUA come scritto nell'etichetta). Si tratta del modello HA1425H12B-Z da 140x140x25mm a 7 pale bianche trasparenti translucide le cui specifiche le trovate a questo link. La velocità massima è di 2800rpm e ad alimentatore acceso assume un'illuminazione rossa.


Test

A seguire i test effettuati sull'unità di alimentazione.

Iniziamo con un test di carico misurando il consumo effettivo e calcolando il valore pecentuale dell'efficienza.

L'unità è certificata 80 PLUS GOLD. Ciò significa che al 20% del carico la sua efficienza dovrà essere almeno dell' 87%, al 50% del carico l'efficienza dovrà raggiungere il 90% e a pieno carico la percentuale dell'efficienza dovrà come minimo essere del 87%. I nostri test confermano l'efficienza certificata.

OCZ Fatal1ty

Abbiamo poi verificato la stabilità delle tensioni operative. Ecco i risultati del test:

Tensioni OCZ Fatal1ty

Come visibile le tensioni rimangono molto buone ad ogni condizione di carico!


Proseguiamo i test testando i consumi a vuoto dell'alimentatore.

Consumi a vuoto

Pulsante su OFF

15.61

Pulsante su ON

 31.22W

Con molta sorpresa questi valori son superiori a quanto sperato.


L'ultimo dei nostri test è inerente la rumorosità della ventola.

Abbiamo misurato la rumorosità con l'alimentatore al 20% del carico, al 50% del carico e al 90% del carico.

 

Carico

Rumorosità

20%

22dBA

50%

27.5dBA

100%

41.5dBA

La rumorosità rimane contenuta e accettabile fintanto che il carico è del 50% circa. A carichi superiori il calore prodotto da questa PSU aumenta e diventa necessario un maggior numero di RPM da parte della ventola.


Conclusioni

Riassumiamo brevemente aspetti positivi e negativi di questo prodotto.

 

PRO:

  • Garanzia 5 anni
  • Prezzo contenuto
  • Modularità (anche se parziale)
  • Sleevatura di buonissima qualità
  • Ottima resistenza/morbidezza dei cavi
  • Componenti interni di buona qualità
  • Tensioni stabili
  • Efficienza 80PLUS GOLD

 

CONTRO:

  • Bundle essenziale
  • Alcuni difetti di assemblamento e saldatura
  • Ventola rumorosa a pieno carico
  • Consumi a vuoto elevati
  • Traforatura isolante non presente sul circuito stampato

 

In relazione a questi aspetti valutiamo l'OCZ Fatal1ty 1000W con un punteggio pari a 8.9/10 ed in relazione al prezzo al quale viene offerto assegnamo anche il riconoscimento TOH BEST PRICE. 

T-O-H Silver awardBest Price

 

Ringraziamo OCZ Technology per il sample fornitoci.


Recensore: Eric Costamagna


Discuti sul forum --->

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna