Nilox SRM-850W: potenza italiana

        Siamo abituati ai nomi importanti, ma nella selva informatica vi son...

Antec Truepower 650W d'oro

    Bentornati lettori di The Overclock Hole! Vi presentiamo oggi un alimentatore ideale...

Blade II: l'elegante IPS di Philips

  Cari lettori di The Overclock Hole oggi vi parleremo di un nuovo monitor da gamer: il Phil...

Kingston all'attacco con le 2666 HyperX Predator

    Buongiorno cari lettori di The Overclock Hole. Quest'oggi abbiamo tra le mani un kit...

Sound Blaster ZXR: il suono perfetto secondo Creative!

  Quello delle schede audio rappresentava, all'era dei primi personal computer, un settore ...

Sapphire R7 260X 2GB GDDR5 OC Edition perchè tutti devono giocare!

  Con il rilascio delle nuove serie di GPU AMD, abbiamo visto le varie aziende proporre le l...

Geil 1600 Evo Leggera

  1600? si come no... Oggi parleremo di un kit di ram low profile, prodotto dalla Geil, le ...

Microsoft Sculpt Comfort Keyboard - Tastiera Ergonomica

  Uno degli strumenti utilizzati quotidianamente di fronte al personal computer, è sicuramente la...

Mini-ITX da sogno con l'SG08 lite di Silverstone

  Buongiorno lettori di The Overclock Hole. Oggi siamo lieti di recensire per voi il case Si...

R7 250 Ultimate: silenzio assoluto!

  Sapphire ci ha fornito una R7 250 Ultimate, una scheda dotata di dissipatore passivo ed in...

Preparazione del sistema per sistemi di raffreddamento estremo: coibentazione!

  Ben ritrovati cari amici di The Overclock Hole con un altro appuntamento con la tecnologia...

Patriot Viper III 2133 LP: le sorprese non finiscono mai!

  Ed eccoci di nuovo a parlare di un prodotto Patriot, questa volta ci accuperemo di ddr3 , ...

CM Storm Trigger - Tastiera meccanica al top PDF Stampa E-mail
Mercoledì 27 Giugno 2012 07:00
Indice
CM Storm Trigger - Tastiera meccanica al top
Confezione
Descrizione prodotto
Specifiche tecniche
Software
Impressioni d'uso
Conclusioni
Tutte le pagine

CM StormTrigger Intro

Cooler Master è un marchio che non avrebbe bisogno di presentazioni ed è leader nella produzione di case, dissipatori, ventole e tutto quanto è correlato al sistema di raffreddamento di un PC. Produce anche alimentatori, accessori per notebook e per il mobile.

 

Recentemente ha creato una nuova divisione, CM Storm, che è un marchio spin-off che si occupa di creare prodotti rivolti all'utenza hardcore sia di modders che di giocatori. Infatti troviamo anche qui case dal design aggressivo, ma soprattutto periferiche quali mouse e relativi pad, cuffie e.. tastiere.

 

L'oggetto di questa recensione è proprio la top di gamma CM Storm Trigger (che vuol dire "grilletto" d'arma da fuoco), una tastiera molto ben rifinita e caratterizzata che vi andremo ad eviscerare nei paragrafi seguenti.

 


Confezione

 

pack1pack2

La tastiera viene venduta in una bella scatola con un design notevole (ed anche un peso e dimensioni non comuni considerata la tipologia di prodotto). Sul frontale troviamo subito alcune feature, quali la memoria interna per salvare le proprie macro e la tipologia degli switch dei tasti, che sono dei Cherry MX Black.

 

Il lato superiore riporta la tastiera come se fosse vista proprio dall'alto, evidenziando tre porte USB 2.0 di cui due full size ed una mini accanto ad un connettore d'alimentazione 5v che serve per la retroilluminazione. Il relativo trasformatore però non è compreso nel bundle.

packdepth

 

Alcune foto degli altri lati del package, che evidenziano un notevole spessore come già detto:

packside1

packside2

 

Aperta la confezione, la tastiera è visibile al di sotto della manualistica e protetta da due guance di schiuma poliuretanica nera.

packopen1

packopen2

 

Il bundle è scarno, a parte il manuale, quello che sembrava essere il cd dei driver è in realtà un foglio che invita a scaricarli dal sito CMStorm.com. Accanto il foglio bianco puntualizza come NON sia presente un alimentatore per poter usufruire della retro illuminazione al 100% della sua luminosità (senza va al massimo al 60%).

everythingbundle

 

Oltre a quanto sopra troviamo la tastiera, un poggia polsi rimovibile ed un bel cavo USB-miniUSB con connettori placcati oro sleevato in modo impeccabile.

 


Descrizione prodotto

 

stormallleft

La tastiera ha delle dimensioni laterali leggermente superiori a quelle di una qualsiasi tastiera "normale", grazie alla presenza dei 5 tasti macro programmabili che vediamo a sinistra. L'intera superficie, (salvo i tasti), è "gommata", molto piacevole da usare ed offre il giusto compromesso tra grip e scorrevolezza. Come vediamo l'altezza dei tasti è di tipo "classico", niente tasti low profile o simili, andiamo sul sicuro.

stormleftstormright

 

I 5 tasti macro (denominati M1 a M5) rimangono sulla sinistra; il logo CM Storm è in alto a sx accanto al tasto Esc. Vediamo già che il tasto Windows è sostituito da quello col logo della divisione Cooler Master, mentre il tasto ALT condivide quello per l'assegnazione delle macro ai già citati tasti extra. Anche i tasti funzione hanno vari task auto programmati e che si attivano premendo il tasto CM Storm (e non serve il driver per farli andare).

 

Il lato destro non offre spunti particolari, ma apprezziamo la svasatura in prossimità dei tasti freccia per facilitarne l'uso:

arrowdetail

 

Il lato superiore offre le già citate connessioni, due porte USB da usare per connettere delle pendrive e la mini è destinata al cavo dati per la tastiera. L'ingresso DC 5v serve sia per la retroilluminazione, sia per dare ulteriore energia alle due porte USB extra in caso vi connettessimo periferiche USB "esose".

connection

 

La base non è gommata, ma ci sono 6 ampi piedini di gomma, che assicurano l'inamovibilità della tastiera su qualsiasi scrivania. Il nome, seriale e marchio sono riportati in un trapezio lucido in corrispondenza dei tasti freccia.

undersideundersidetail

 

Naturalmente non mancano due piedini ripiegabili per chi vuole usare la tastiera sollevata. Sono di morbida gomma ed assicurano un grip al pari dei piedini. In basso notare uno dei tre attacchi per il poggiapolsi.

feet


Anche il poggia polsi ha 6 piedini di gomma:

wristrest

 

Così appare la tastiera con l'accessorio montato. Ritroviamo lo svaso in corrispondenza dei tasti freccia e l'intero corpo di plastica è gommato e molto piacevole al tatto.

Withwristrest

 

Staccato un tasto, ecco lo switch Cherry MX Black. Assicura una risposta rapida con una resistenza medio alta. In realtà basta sfiorare il tasto e premerlo di un paio di millimetri per impartire il comando senza doverlo premere a fondo. Notare il led incluso al di sopra dello switch che si occuperà di illuminare la tastiera.

cherrymx


Lo switch black è quello considerato più adatto al gaming, il meno prone a digitazioni accidentali e  quello col feedback migliore. Il red è anch'esso considerato ottimo per gaming, mentre il brown va a stare nella terra di mezzo tra il "gaming discreto" ed il buono per la digitazione, dove gli switch blu danno solitamente il meglio.

Cherry mxblackCherry mxredCherry mxbrownCherry mxblue

 

Come già detto purtroppo abbiamo dovuto provvedere noi con un piccolo trasformatore che avevamo a disposizione (ex carica-batterie di qualcosa di vetusto, probabilmente!). Nel nostro caso era un DC 4,5 600ma, comunque sufficiente allo scopo. L'effetto ottenuto però è il seguente, ecco la tastiera al 5° livello di luminosità (usare l'alimentatore ne dona due extra oltre ai 3 livelli della sola USB):

lightmove

 

Il rosso vivo della retroilluminazione è molto bello e va ad accendere anche il logo CM Storm in alto a sinistra.

cmstormlogo


Tutti i tasti possono essere retroilluminati o solo alcuni, come vedremo in seguito anche in un video durante i test. Notare però come a causa della disposizione del led al di sopra dello switch, solo la parte superiore del tasto resta pienamente illuminata.

lightleftlighcenterlightright


I tasti con ad esempio la "a" accentata in realtà resta illuminato solo il simbolo del grado e non la "à" e neanche il cancelletto. Stesso dicasi per punto e punto e virgola, solo ";" resta illuminato e così via. Un peccato.

lightingdetail1lightingdetail2

 


Specifiche tecniche

 

A seguire le caratteristiche tecniche dichiarate dal produttore. Notare il polling rate da 1000mhz, e gli switch in grado di reggere oltre 50 milioni di digitazioni.

 

Caratteristiche

  • High durability gold-plated Cherry switches rated for over 50 million key strokes

  • Multi-media control keys for convenient sound control

  • 5 macro keys with profile management

  • 14K gold plated ultra low latency USB plugs

  • Anti-ghosting 6 key rollover

  • 64KB on-board memory for profile storage

  • Storm tactics key for deactivation of Windows key

  • 1000Hz driverless polling / 1ms response time

  • Two port enhanced USB 2.0 hub

  • Detachable wrist rest

  • Braided cable for durability

  • Non-slip rubber coating

 

Specifiche:

 

Model

SGK-6000-GKCC1(Black)

 

Key Switch

CHERRY Black

 

N-Key Rollover

6

 

Macro Key

5

 

Polling Rate

1000Hz / 1ms

 

Backlighting

All keys

 

Output

2 x USB hub

 

Windows Key Disable

Yes

 

Onboard Memory

64KB

 

Media Keys

Yes

 

Wrist Rest

Detachable

 

Dimensions

475(L) x 162(W) x 25(H) mm
18.7(L) x 6.5 (W) x 0.98(H) inch

 

Weight

1260 g / 2.78 lb

 

 


Software

 

Il software Trigger è piuttosto completo; una volta scaricato da internet ed installato, all'avvio fa un check per eventuali macro che abbiamo salvato con la funzione "on the fly" premendo noi i tasti in sequenza senza accedere al software (quindi ad esempio durante un gioco).

open

Una volta fatto questo check ci troviamo immediatamente di fronte uno schema della tastiera, dove cliccando direttamente sul tasto possiamo scegliere se riportarlo alla condizione di default, assegnare funzioni preimpostate od addirittura disabilitarlo. Buona parte dei tasti (tranne 1 a 5 e quelli funzione) possono essere totalmente stravolti, gli possono essere assegnati funzioni tramite il comando Storm (il tasto "Windows" secondo Cooler Master), macro, o addirittura assegnare il lancio di un eseguibile a nostra scelta. Su ogni tasto!

soft1

 

In basso possiamo vedere 5 profili tra i quali ciclare e dunque avere vari layout personalizzati. Pensiamo ad un giocatore di Starcraft, anni fa vedevo giocatori con letteralmente tasti smontati per usare solo ed esclusivamente quelli necessari, beh qui si può fare lo stesso richiamando semplicemente un profilo dove sono attivi solo i tasti necessari.

 

La seconda schermata riguarda proprio i profili, vediamo quelli in uso nella memoria da 64kb della tastiera o quelli attualmente attivi nella ram del nostro sistema (il software se avviato "beve" solo 10mb di ram, ma si può spegnerlo una volta che la tastiera è stata programmata).

soft2

 

La terza schermata è un macro studio, utile a creare le macro. In basso possiamo registrare i comandi e poi seguire un editing degli stessi, con fine-tuning delle pause o dei ms di pressione del tasto:

soft3

 

Si può registrare "in tempo reale", ridurre il ritardo tra una pressione e l'altra a 50ms o addirittura annullare il ritardo (sempre se il gioco/programma riescano a digerire una tale opzione ovviamente).

In basso (non è finita nello screenshot) c'è la tastiera virtuale che aiuta nel caso vogliate assegnare macro perfino ai pulsanti del mouse.

 

soft3macro1

Un esempio di una tripla ripetizione di un comando rapido (in questo caso lanciare tre quick-batarang in Arkham City). Sinceramente è piuttosto difficile registrare le macro, bisogna essere molto veloci ed a volte è un po' macchinoso, ma in compenso è comodissimo editare in seguito la sequenza registrata, andando a cambiare l'inizio e la fine della pressione dei tasti, impostando ritardi tra inizio e fine anche solo di pochi millisecondi nel caso volessimo.

soft3macro2

 

Una volta salvata la macro possiamo prendere uno dei tasti appositi e tramite un menu a tendina richiamarla per l'assegnazione. E' possibile in questo frangente anche aggiungere una funzione di singolo playback o multiplo od addirittura mettere in loop automatico la sequenza di comandi scelti!

soft3macro3

 

Per ulteriore personalizzazione si possono mettere immagini personalizzate nei profili, ma il formato va solo con immagini di formato bmp e con una precisa dimensione che è 142*53.

soft4

 

Una volta chiuso fisicamente il programma, questi si occupa poi di salvare e riprogrammare la tastiera così come all'avvio controlla la presenza di eventuali macro registrate on the fly.

Pochi secondi e la tastiera è pronta all'uso e possiamo tranquillamente dimenticarci del software od addirittura chiuderlo nel tray di Windows.

 


Impressioni d'uso

 

La tastiera è estremamente solida, la ricopertura dello chassis e del poggia-polsi in simil-gomma offre un ottimo grip lasciando comunque del margine a dei movimenti di scorrimento.

I tasti sono in plastica, ma quella usata è di ottima qualità, solida e la superficie che in un primo momento sembra liscia ma in realtà è appena appena ruvida ed offre un po' di grip che non guasta.

 

I tasti sono relativamente contrastati o per meglio dire, lo sono se arrivate da altre tastiere di bassa lega con le quali eravate abituati (come il sottoscritto) a corse brevi per via dei tasti low profile od a dover pigiare in fondo il tasto per impartire un comando su tastiere con altezza simile a quella in esame.

Qui si può andare anche ad 1/3 della corsa (attorno ai 2mm), e con un po' di abitudine, è possibile ottenere una scrittura "felpata" e molto, molto rapida.

 

Gli switch Cherry MX Black emettono un buon "tlack!" se spinti fino in fondo, che rimane inferiore a quello emesso da una tastiera standard, ma ugualmente presente. Dunque se nella stessa stanza avete qualcuno che sta schiacciando un pisolino vi farete comunque sentire nel caso stiate editando un testo o non abbiate ancora preso la mano con la breve corsa dei tasti, in tal caso si riesce ad essere mediamente più silenziosi.

In gioco probabilmente vi fareste sentire per altro e non certo solo per il click dei tasti..

 

La tastiera non si può certo definire "multimediale". Combinando la pressione del tasto CM Storm (corrispondente a quelli di Windows) coi tasti da F1 a F4 comanderete la retroilluminazione.

F1 spegne/accende, F2 diminuisce l'intensità, mentre F3 la aumenta ed F4 va a ciclare tra illuminazione su tutti i tasti, illuminazione solo sui tasti freccia-WASD-Macro (1-5) od attivando l'effetto "respiro" su tutti i tasti. Per respiro si intende che la luminosità a ciclo aumenta e poi diminuisce fino al minimo, per poi tornare al ciclo originario. In proposito eccovi un video:

 

 

I tasti da F5 ad F8 comandano il riproduttore multimediale di Windows (play/pausa, stop, rewind e fast forward); F9 muta il suono di Windows, F10 lo diminuisce ed F11 lo aumenta. F12 non è assegnato.

Questi comandi come già detto vanno anche senza installare il driver, in combinazione con la pressione dei tasti Windows-CM Storm. Purtroppo però sul software o scegliete di assegnare la funzione Windows o la funzione Storm, perchè se non installate il programma di controllo direte addio ai tasti Windows, in quanto senza programmazione funzionano solo in modalità CM Storm.

 

Gaming

Per quel che riguarda il gaming è un'ottima tastiera per i giochi, ma personalmente ho trovato un po' difficile abituarmi alla presenza dei tasti macro a sinistra; abituato a cercare lo shift al limite di una tastiera tradizionale (ad esempio per correre in Battlefield od in qualsiasi FPS), finivo metodicamente a premere il tasto M4 anziché lo shift.. Il tutto con le ovvie conseguenze del caso, in genere costituite da una morte spesso violenta causa impasse, dovuta al fatto che il mio alter ego non si metteva a correre come mi sarei aspettato..

 

Una volta presa confidenza, i tasti macro tornano utili per assegnare delle funzioni scriptate o via software o registrandole "on the fly" in gioco. In pratica premendo il tasto Storm e quello alt macro per 2" il led "scroll lock" in alto a destra sulla tastiera comincierà a lampeggiare.

Ora possiamo pigiare i tasti che vogliamo registrare per creare una macro (anche durante il gioco!) e possiamo registrare fino a 50 azioni. Presumibilmente vorremo molte meno azioni e dunque per fermare la registrazione basta ri-premere il tasto Storm e l'alt macro per qualche istante. A questo punto basta premere il tasto Macro desiderato (ad esempio M2) e da questo momento in poi esso ripeterà la sequenza di tasti immessi, il tutto senza avere nemmeno aperta l'applicazione Trigger.

 

Personalmente ho fatto un uso limitato di questa funzione, trovandomi comodo ad usare il software per editare con calma le macro usate con Batman Arkham City; tuttavia questi tasti, essendo a lato praticamente sono usabili solo col mignolo della mano sinistra. Infine, sinceramente, l'M5 è un po' troppo in basso per non fare un movimento innaturale della mano, specie se le altre dita sono impegnate sul classico WASD.

 

Per quel che riguarda il tasto M4 a furia di "violentarmi" a non volerlo scambiare per lo shift (e ce ne ho messo di tempo!) l'ho digerito e l'ho trovato assegnabile ed usabile, ma quelli veramente comodi e raggiungibili con una certa immediatezza sono M1-M2 ed M3.

Nel caso qualsiasi altro tasto, richiamando il profilo ed il programma Trigger, è programmabile con macro o loop vari, quindi si può anche ignorare la presenza dei tasti M1-M5 qualora il gioco che state usando non sia un simulatore di volo che assegna ad ogni tasto un comando se non due.

 

Solo i tasti funzione, CM Storm di destra ed i tasti da 1 a 5 non sono programmabili; questi ultimi servono infatti per richiamare i profili predefiniti in combinazione con la pressione del tasto CM Storm (Cm Storm+2 richiama il profilo numero 2 e così via).

 

Ergonomia

Per quel che riguarda il comfort, il poggia-polsi è comodo (anche se non è minimamente collassabile) e dopo varie sessioni di gioco o di editing di testo non ho sofferto di particolari fastidi al carpale od alle mani, anzi. E' possibile usare la tastiera anche senza l'accessorio, ma in tal caso è consigliabile non rialzarla posteriormente; tuttavia l'elevato spessore e i tasti "alti" personalmente mi portano a consigliare di usare il poggia-polsi per un comfort maggiore.

 

Infine segnaliamo come sia possibile pigiare in contemporanea ben 6 tasti contemporaneamente senza incappare nel benché minimo errore.

Chi vi scrive vi garantisce che tale caratteristica è una manna dal cielo per un giocatore o per chi come me è alquanto rapido nello scrivere un testo.. con questa tastiera, tra che i comandi si impartiscono anche con una pressione accennata sul tasto e la già citata possibilità di pigiare molti tasti praticamente in contemporanea.. si può diventare incredibilmente veloci non solo nel gaming ma anche nell'uso ufficio.

 


Conclusioni

 

La tastiera CM Storm Trigger l'abbiamo vista a 119€ presso gli e-tailer nostrani, ma il prezzo può anche salire fino a 150€ o quasi.

A nostro modo di vedere è un prodotto eccellente con il quale abbiamo speso varie ore non solo giocando ma editando testi come quello che state leggendo.

 

Se vogliamo manca di una componente "multimediale" out of the box, ma data l'estrema personalizzazione ed il software (magari non intuitivo da usare le prime volte) ci si può tagliare su misura tutti i comandi possibili a nostro completo piacimento e rendere la tastiera multimediale quanto si vuole, con lanci di applicazioni assegnati a tasti predeterminati ecc. ecc.

 

La memoria interna permette poi di usufruire di queste impostazioni su qualsiasi PC senza dover installare alcun software e dunque potrete crearvi un profilo “gaming” uno ufficio anche se però al contrario di altri produttori, non c'è modo di legare l'attivazione automatica del profilo al lancio di una determinata applicazione come ad esempio sui prodotti Roccat.

 

Le uniche pecche stanno nel layout dei tasti estremamente "classico" e nella sorprendente assenza di un bundle (neanche un cd coi driver od un manuale completo, bisogna andare su internet e sul sito http://www.cmStorm.com/en/support/28/ per accedere alle FAQ o ad un manuale "interattivo")..

Se volessimo usufruire della retroilluminazione dei tasti al massimo delle sue possibilità, dobbiamo poi metterci noi l'alimentatore DC da 5v dato che non è incluso nella confezione. E nella confezione di spazio ce n'è da vendere!

Tuttavia la cosa impatta poco, senza l'adattatore perdiamo due dei 5 livelli possibili e la luminosità al 3° livello a nostro avviso è già ok; l'alimentatore extra permette poi di essere certi che se attaccassimo un paio di pendrive alle due porte USB, queste ultime non abbiano problemi di mancanza di energia cosa che invece può capitare senza.

 

L'unica altra mini-pecca è che per forza di cose ci perdiamo uno dei due tasti Windows (quello di destra), dato che è programmato solo in modo da funzionare come tasto Storm, mentre quello di sinistra si può rimappare a Windows.

 

Per tutto il resto è un gran prodotto, molto consigliabile e che ha un prezzo adeguato, solo magari un po' più alto di quello di soluzioni concorrenti.

 

Pro

  • memoria interna; i profili o le nostre macro preferite si possono usare anche su altri PC senza nemmeno installare il software
  • personalizzazione totale dei tasti, salvo pochi che per forza di cose sono assegnati a funzioni basilari per la tastiera
  • materiali e costruzione al top ovunque
  • la meccanica Cherry MX black è fantastica sia per gaming che per editing di testo
  • il comfort e la stabilità sono elevatissimi
  • retroilluminazione dei tasti
  • anti ghosting: si possono premere fino a 6 tasti in contemporanea

 

Contro

  • out of the box è scarsamente "multimediale"
  • assenza di bundle o driver, il manuale ed il software vanno reperiti online
  • assenza di un alimentatore 5DC.. era davvero così costoso includerlo?
  • causa posizionamento dei led, solo la metà superiore dei tasti è illuminata
  • inizializza molto lentamente al boot e senza disabilitare il quick boot, dovrete usare un'altra tastiera per accedere al bios della motherboard

 

Merita ad occhi chiusi il nostro best choice ed un bel 9,1!

best choice


Recensore: Lorenzo Pasini

Si ringrazia Cooler Master per il sample fornitoci!


Discuti nel forum--->

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna