LC-Power LC-PRO-35BE3 PDF Stampa E-mail
Scritto da Lorenzo Pasini   
Mercoledì 26 Gennaio 2011 14:41
Indice
LC-Power LC-PRO-35BE3
Confezione e Bundle
Misure e Specifiche tecniche dichiarate
Visto in dettaglio
Test e metodologia
Conclusioni
Tutte le pagine
  

L'LC-PRO-35BE3 è una enclosure esterna usb 2.0 ed eSata prodotta da LC-Power, azienda specializzata nella progettazione e produzione di dispositivi dedicati all'alimentazione di personal computer e workstation, cabinet, enclosure esterne per periferiche e molti altri prodotti per il multimedia.

 

Oggi andremo a recensire le caratteristiche e le potenzialità del suddetto oggetto.

 

 


La scatola offre un'ottima presentazione con scritte bianche su fondo nero per riprendere il colore del prodotto con abbondanza di dettagli e specifiche tecniche.

 

Ecco come si presenta la scatola nella parte frontale e superiore (entrambe le facce contengono la stessa foto del prodotto e le principali caratteristiche).

scatola  

 

Il retro della scatola presenta stessa immagine della parte frontale, evidenziando la connettività offerta dal prodotto.

 

post

 

I lati della confezione ci forniscono informazioni sul contenuto della confezione e sulla compatibilità del prodotto.

lato1   lato2

L'imballaggio è eccellente, con l'enclosure ben protetta; dalla foto possiamo vedere il ricco contenuto della confezione:

 

-enclosure usb2.0/eSata in alluminio nero

-cavo usb

-cavo eSata

-alimentatore

-bracket per case sata/eSata

-base in plastica nera con piedini di gomma per tenere il prodotto in verticale e ridurre le vibrazioni

-viti per il fissaggio dell'hard disk all'enclosure (con una vite extra per ciascun tipo qualora  venissero perse)

-manuale di istruzioni/garanzia

 

 


-Per Hard Disk da 8,89cm/3.5" SATA I/II/III HDD

-Porta USB 2.0 high speed

-eSATA transfer rate fino a 1.5Gbit/s

-Materiale dell'enclosure: alluminio

-Dimensioni HxWxD: 110 x 35 x 195mm

-Peso totale (prodotto inscatolato): 1,035kg

-Conformità: CE / TÜV / GS (power supply)

-Compatibile con Windows (XP/Vista) e Mac Os (nota del recensore: ovviamente è compatibile anche con Win 7 che è stato usato per il test)

-Colore: nero

 


front

Ecco il frontale del prodotto, di colore nero con bordature cromate alle estremità; è possibile notare il tasto di accensione e la scritta LC-Power, entrambi durante il funzionamento sono rispettivamente retroilluminati da led blu.

rear

Sul restro notiamo i fori per la circolazione dell'aria, il connettore eSata, usb2.0 ed il plug di alimentazione dell'alimentatore.

 

Per estrarre l'alloggiamento dell'hard disk dovremo svitare due viti con testa a croce sui lati stretti dell'enclosure vicino al frontale. Di seguire la foto di uno dei due alloggiamenti per queste viti (si noti il frontale mancante):

sede

Ecco come si presenta l'alloggiamento interno per l'hard disk da 3.5"; la scheda di connessione è protetta da una cover di alluminio nero i cui 4 fori servono per fissare l'hard disk con altrettante viti.

Per poter montare l'hdd non è necessario rimuovere il frontale (tenuto nella mano a sx della foto), anche se smontarlo facilita l'operazione di inserimento dell'hard disk in sede; purtroppo questa parte è fissata tramite due piccole viti che, essendo conficcate nella plastica cromata, tendono a spanare la loro sede.

scheda

L'hard disk montato e fissato saldamente al prodotto:

hdd

Nell'ultima foto notiamo  l'enclosure coi suoi led blu posto sopra il case (un Coolermaster CM690)

uso

 

 

 

 


 

Abbiamo deciso di testare questa enclosure provando due diversi dischi:

-un Western Digital Caviar Green Power mod. WD5000AADS-00S9B0 da 500gb e 32mb di buffer

-un vecchio (ed alquanto caloroso..) Maxtor mod. 6L200S0 DiamondMax 10 da 7200rpm/16mb buffer sata-I: si avete letto bene.

Questa scelta è stata presa per simulare il recupero di un hard disk da un pc non proprio recente, per vedere la bontà dell'interfaccia eSata/usb del prodotto nonché le sue capacità di dissipazione del calore.

 

Come software per i test invece useremo HDTune (read), CrystalDiskMark 3 e AttoDisk testando ovviamente il prodotto sia in modalità eSata che USB con entrambi i dischi a disposizione.

 

 

Ecco i test del Maxtor in modalità eSata:

MxtrAttoeSata   mxtrHDTCDMRKesata

 

Possiamo vedere come l'interfaccia esata funzioni in modo egregio con picchi di 50mb/s in lettura e 45mb/s in scrittura. Questo hard disk esprime risultati praticamente identici anche se montato internamente tramite cavo sata.

 

 

A seguire i test dello stesso hard disk in modalità usb 2.0:

 MxtrUSB

Come si può vedere l'enclosure arriva quasi a saturare la banda dell'usb 2.0 senza alcun problema pur con un hard disk non proprio recente. I tempi di accesso sono più bassi rispetto l'interfaccia eSata.

 

Il rovescio della medaglia è stata la temperatura di utilizzo massima rilevata che è stata di 48°C, confermati anche al tatto, con la enclosure ben calda. Questo comunque è avvenuto dopo quasi un'ora di ripetuti test e con una temperatura ambientale di 21,2°C.

E' doveroso però a precisare che l'hard disk Maxtor in questione, generalmente montato in un case con il cestello degli hard disk raffreddato da una ventola da 120mm, tende comunque a viaggare a temperature sempre superiori ai 40°C, se poi è posto sotto stress arriva anche a 43-45°C; in quest'ottica le capacità di dissipazione del prodotto sono buone, è semplicemente l'hard disk sbagliato per essere usato in una enclosure esterna e questo dimostra la validità del prodotto.

 

 

A seguire i test svolti con il WD Green in modalità usb 2.0:

WDusb

I risultati sono in linea coi test eseguiti con l'hard disk Maxtor; l'usb 2.0, interfaccia che speriamo ceda in fretta il passo all'usb3.0, è un collo di bottiglia per un hard disk ad interfaccia sataI come abbiamo appena visto, quindi possiamo immaginarci quanto lo sia per un hdd sata2 come questo.

 

Ora passiamo alla parte interessante del test, ovvero quali sono i valori prestazionali registrati usando l'interfaccia eSata:

WDeSata

I valori espressi sono ben altri rispetto a quelli del Maxtor; al contrario del test con quest'ultimo hard disk, i tempi di accesso tra usb 2.0 ed eSata in questo caso sono risultati praticamente identici.

Come saprete il WD green non è un hdd particolarmente prestante, ma è un'ottimo disco a basso consumo ed è a parere del recensore la scelta più adatta per l'uso in enclosure esterne, ancora di più se pensiamo di usarlo con interfaccia usb 2.0; purtroppo come abbiamo potuto vedere, avere o meno un hard disk veloce con questa interfaccia è sostanzialmente inutile perchè si cozza sempre contro i miseri 35mb/s cui è limitata la connessione.

 

Sul versante temperature i risultati con un hard disk più adatto al ruolo di storage esterno come questo Western Digital, sono decisamente diversi rispetto al primo disco provato.

La temperatura massima registrata sotto sforzo è stata infatti di 39°C con l'enclosure che al tatto era praticamente a temperatura corporea e dopo non molto che i test si sono conclusi la temperatura era già scesa a 37-36°C, il che conferma che comunque lo chassis in alluminio aiuta efficacemente a dissipare il calore in modo passivo.

 

Per dovere di cronaca a seguire ecco i valori espressi dallo stesso WD Green Power connesso internamente alle porte sata della Gigabyte p55A-UD4 usata per il test, come confronto all'eSata (chip JMicron JMB362):

GPp55

Si può notare come il burst rate sia molto migliore e che il test ATTO mostri una maggiore stabilità dei transfer. I tempi di accesso sono identici mentre il picco minimo è stato registrato usando il controller Intel rispetto all'eSata JMicron; sono differenze comunque imputabili sia al test che ai diversi controller impiegati e non quindi all'enclosure.

 

 

 


 

L'enclosure LC-PRO-35BE3 è un'ottima periferica usb/eSata, solida, piacevole da vedere, con un bundle completo ad un prezzo estremamente concorrenziale; lo street price minimo rilevato al momento della stesura della recensione era di appena 20€, con un massimo di 28.

 

Ci troviamo quindi di fronte ad un prodotto valido ed al tempo stesso incredibilmente economico.

 

Pro

-prezzo: incredibilmente conveniente (molte enclosure con interfaccia esclusivamente usb 2.0 costano anche 10-15€ in più) e questo prodotto offre anche l'eSata!

-bundle oltremodo completo: c'è tutto il necessario ed oltre; cavi sia eSata che usb, con tanto di bracket sata/eSata qualora non si disponesse di interfaccia eSata nel proprio desktop.

-connettività/flessibilità grazie alla doppia interfaccia.

-dissipazione del calore: efficace se usato con hard disk per storage a 5400/7200rpm.

 

Contro

-peso/portabilità: con l'hard disk montato non è indifferente rispetto a soluzioni con chassis plastico.

-libretto di istruzioni: non spiega come smontare il prodotto, mentre è "inutilmente" dettagliato su come installare la periferica e gestirla in Windows/Mac os.

-dissipazione del calore: inefficace con hard disk non recenti o che già lavorano ad alte temperature; lo chassis tende a scaldarsi molto.

 

VOTI

estetica: 9,5 (voto soggettivo; sul mio case nero con led blu e cromature pare fatto ad hoc perchè ha lo stesso colore/cromature ed appunto, i led blu!)

 

qualità costruttiva: 8 (se non fosse stato per un paio di vitine che lavoravano nella plastica..)

 

prestazioni: 9,5 (con eSata)

 

Innovazione: 8,5 (non c'è usb 3.0)

 

Qualità/prezzo: 9,5 (prezzo irrisorio per avere l'interfaccia eSata senza contare anche l'usb)

 

Bundle; 10 (eccellente, manca solo l'hard disk ma a questo prezzo averlo era chiedere davvero troppo!)

 

Voto medio: 9,16

 

 

Meritata medaglia d'Argento The Overclock Hole per questo eccellente BoxUsb2/eSata della LC-Power

site_logo_silver

 

 

 

 

 

 

Si ringrazia il recensore per aver recensito l'alimentatore in questione di sua proprietà.

 

 

 

 

 

Recensore: Lorenzo Pasini

 

 

 

 

 

Discuti nel forum--->

Ultimo aggiornamento Mercoledì 26 Gennaio 2011 21:59